Al via i contributi per emergenza abitativa alle famiglie in difficoltà.

Per gli affittuari

L’Assessorato ai Servizi Sociali di Montirone informa che sono attivi tre importanti bandi. Questi sono rivolti alle famiglie in emergenza abitativa e consentiranno di dare loro un sostegno economico. Ci sarà, infatti, un bando riferito alle famiglie in affitto che hanno accumulato un debito nei confronti del proprietario di casa per una somma non superiore a 3mila euro. La morosità deve essere documentata e non deve esserci in corso una procedura di sfratto. Per accedere al contributo il nucleo familiare deve essere in possesso di un’attestazione Isee con un valore non superiore a 15mila euro. Termine entro il 17 novembre

Abitazione all’asta ?

Il secondo bando è riferito ai proprietari di casa a condizione che questa sia messa all’asta a seguito di pignoramento per mancato pagamento delle rate del mutuo. In questo caso il contributo viene erogato per consentire alla famiglia di affrontare le spese necessarie, cioè pagare la caparra e le prime mensilità di affitto per un nuovo alloggio. Per questo contributo il limite Isee del nucleo familiare non deve essere superiore a 26mila euro. Termine entro il 17 novembre.

Leggi anche:  Il ponte sulla A21 è stato riaperto

Separati o divorziati

Infine il terzo bando. Questo, infatti, è rivolto ai genitori separati o divorziati che abitano in un alloggio in affitto e che risultano obbligati al mantenimento dei figli. Il richiedente deve avere un Isee non superiore a 20mila euro. L’importo del contributo varia dai 2mila ai 3mila euro annui. Termine entro il 20 dicembre.

Per i contributi è richiesto, inoltre, che un membro del nucleo familiare sia residente il Lombardia da 5 anni. Per informazioni contattare l’Ufficio Servizi Sociali al numero 0302677097, interno 3.