È scomparso giovedì all’ospedale di Manerbio Fausto Facchi, classe 1925, tenore e poeta manerbiese. La comunità, raccolta nella chiesa parrocchiale, gli ha dato l’ultimo addio questa mattina.

Addio a Fausto Facchi, tenore della Bassa.

È scomparso improvvisamente in ospedale all’età di 92 anni, Fausto Facchi, persona molto conosciuta a Manerbio che ha scritto una lunga storia della comunità.

Falegname di professione, si è sempre dedicato alle sue due più grandi passioni: il canto e la poesia. Solo pochi mesi fa aveva partecipato al concerto in suo onore al Piccolo teatro di Manerbio con i tenori Nicola Bonini, Livio De Faveri, il soprano Giulia Rosa Priori e al pianoforte il figlio Andrea Facchi.

Recentemente aveva deciso di raccogliere le canzoni da lui composte, a partire dal 1948, in un disco cui ricavato è stato destinato al restauro dell’organo.
Durante l’omelia di questa mattina il parroco don Tino Clementi ha ricordato Facchi come un “monumento della comunità”.