E’ stata domenica, nella piazzetta di Via Olimpia, l’occasione per i provagliesi  per la commemorazione di Enrico Turla ed Ugo Zabelli, uccisi durante il rastrellamento di Provaglio d’Iseo il 20 Agosto del 1944.

Il progetto dell’Anpi

Sono stati presentati i prospetti per i pannelli del “Percorso permanente della Memoria”, un iniziativa ideata dalla sezione di Provaglio con la partecipazione dell’Istituto Don Paolo Raffelli con il patrocinio del comune e dell’Anpi provinciale. Si tratta di un progetto che vedrà la realizzazione di una serie di pannelli descrittivi che verranno posti lungo le vie di Provaglio, dove attraverso un percorso sarà possibile conoscere i principali avvenimenti accaduti nel paese durante il periodo della dittatura fascista.

“Non dimentichiamo il passato”

“Lo scopo è quello di non dimenticare il passato, parte importante della nostra identità – ha spiegato il gruppo –  e ricordare come, grazie alla Resistenza e alla lotta di Liberazione, sia stato possibile abbattere il regime fascista e la corresponsabile monarchia, per dare vita ad uno Stato Repubblicano e Democratico”.

Le interviste e la storia completa del rastrellamento sul numero del Chiariweek di venerdì 24 agosto.

Leggi anche:  I Bersaglieri di Franciacorta piangono il loro decano