Un ambizioso progetto quello di Esselunga, che ha reso possibile il recupero di un area inquinata dell’ex acciaieria Stefana, che da anni, pende “come una spada di Damocle” sulla città di Ospitaletto.

Adottato il polo logistico

Un piano attuativo, adottato ieri al consiglio comunale, che ha previsto la realizzazione del polo logistico produttivo che Esselunga da mesi stava aspettando di realizzare.

“L’accordo raggiunto è un risultato eccezionale – ha detto il sindaco Giovanni Battista Sarnico – la bonifica di un sito inquinato, occupazionali con 1000 posti di lavoro, un investimento complessivo che raggiunge l’importo di 500.000.000,00 euro”.

Approfondimento sul Chiariweek del 14 dicembre.

TORNA HOME