A Giordano Bruno Guerri, presidente del Vittoriale degli Italiani, il premio «Custodi della bellezza» giunto alla sua quarta edizione.

Una scelta legata all’anniversario dell’impresa fiumana

Si rinnova l’ appuntamento con il premio «Custodi della Bellezza», intitolato a Khaled Al-Asaad, ed ideato da Naxoslegge nell’ambito di Nostos, «Festival del viaggio» che da quest’anno si trasferisce a Siracusa, grazie al progetto dell’assessorato alla Cultura guidato da FabioGranata:

Per questa quarta edizione, il comitato scientifico del premio, formato da Fabio Granata, Fulvia Toscano, Marinella Fiume e Giuseppe Nuccio Iacono, ha indicato quale vincitore Giordano Bruno Guerri, presidente del «Vittoriale degli Italiani». Una scelta che coincide con l’anniversario della impresa fiumana a cui lo stesso Guerri ha dedicato il suo ultimo saggio «Disobbedisco» e sul quale a Siracusa converserà con Pietrangelo Buttafuoco.

«Il premio nasce come un riconoscimento a quanti, in vario modo, custodiscono la “Bellezza”. Il nostro pensiero, infatti, è andato subito a Khaled Al-Asaad, eroico archeologo che, con la sua morte sul campo per la difesa di Palmira incarna lo spirito di quanti credono che ancora valga la pena vivere e morire per un’ idea» come dichiara Fulvia Toscano direttore artistico di Nostos.

Leggi anche:  Fontanelle - Rosa Mistica proclamato Santuario Diocesano Mariano

«Rilanciamo il Premio e il Festival nel nome e nel ricordo di Sebastiano Tusa, al quale proprio l’anno scorso ebbi l’onore di consegnare il Premio per il 2018» ricorda Fabio Granata, assessore alla Cultura del comune. Il premio nelle precedenti edizioni è stato assegnato anche a Moncef Ben Moussa direttore del Bardo di Tunisi e ad Enzo Maiorca alla memoria.

La cerimonia si terrà sabato 25 maggio, alle ore 11, nel Salone di rappresentanza dell’Inda, alla presenza delle autorità e della stampa.
Per quella occasione è programmato un momento di ricordo di Sebastiano Tusa da parte dell’assessore Fabio Granata e di Moncef Ben Moussa. La consegna del Premio avverrà invece al Teatro Greco, prima della rappresentazione dell’ Elena di Euripide.

TORNA ALLA HOMEPAGE