I sommozzatori del Talata Sub di Desenzano, come già annunciato, si sono buttati intorno alle 10 di domenica 19 novembre, hanno perlustrato la zona del porto di Rivoltella e il perimetro esterno. I rifiuti recuperati sono in gran parte plastica e materiale da cantiere come per esempio alcuni pezzi di rame. Chi li ha buttati, oltre ad essere un gran maleducato, ha fatto un danno enorme: le microplastiche rilasciate dai rifiuti infatti sono tossiche per l’uomo e per la fauna lacustre.

Dal lago i sub si sono prodigati per passare ai volontari i rifiuti che sono stati messi in cumuli a terra.

All’iniziativa  presenti il Wwf di Brescia e Bergamo, il Cat, Sea Shepherd e Talata Sub Desenzano
Il giro di pulizia, come da programma, si è concluso intorno alle 12.

Il resoconto della giornata e il reportage fotografico su GardaWeek in edicola venerdì 24