Il film documentario di Michele Paladin, Federica Vairani e Paolo Castrini che racconta la ritirata di Russia dalle voci degli alpini Rino Dal Dosso e Giulio Turelli

Racconto d’inverno

Serata di sensibilizzazione sull’assurdità della guerra, ieri sera al teatro parrocchiale di Quinzano d’Oglio. L’iniziativa organizzata dal Gruppo Alpini locale ha mandato in scena ” Racconto d’inverno”,  il film documentario inedito di Michele Paladin, Federica Vairani e Paolo Castrini sulla campagna di Russia della Seconda Guerra Mondiale che delinea uno spaccato storico visto indagando l’umanità e i sentimenti degli alpini che ne sono stati protagonisti. I due soldati semplici il monteclarense, Rino Dal Dosso e il maronese Giulio Turelli, attraverso la loro diretta testimonianza, ci hanno lasciato attraverso queste riprese, un patrimonio inestimabile oltre a riconfermarsi due esempi di grande umanità in grado di conquistare chiunque li abbia conosciuti per la loro bontà, semplicità e senso di comunità, nonostante il vissuto.

“Abbiamo sempre pensato alla guerra di Russia come a qualcosa di studiato nei libri,  lontano da noi, non pensando ci fossero ancora degli strascichi, con questo documentario vogliamo riportare la storia nella sfera intima dalla quale è partita fatta di persone, pensieri e lacrime” ha spiegato il regista Michele Paladin.

Leggi anche:  Una serata di grande musica a Quinzano

Campi sterminati di grano e girasoli, la confusione, le bombe, il fuoco incrociato, le interminabili camminate per combattere i nemici, la fame, la determinazione, la disperazione,  il sentirsi impotenti e non poter far nulla per i feriti hanno preso vita dalle parole dei due Alpini lasciando spunti su cui riflettere.

Il termine della proiezione è stata anche l’occasione per ricordare dalle voci del consiglio comunale dei ragazzi, i quinzanesi che sono caduti durante la guerra di Russia

TORNA ALLA HOME