Il concorso letterario giunto alla sua seconda edizione ha dato voce alla sensibilità dei giovani gabianesi

I vincitori

Premiati ieri i vincitori della seconda edizione del concorso letterario “Giovani Gabianesi”.  Ideato e promosso dall’ associazione “Donne 8 marzo”, in collaborazione con la Scuola Secondaria di primo grado Borgo San Giacomo e l’Amministrazione Comunale, il concorso si pone come obbiettivo far appassionare alla scrittura e alla lettura i giovani oltre ad aiutarli ad “interrogarsi dentro”. Tre le tematiche sulle quali i giovani scrittori si sono confrontati durante l’anno scolastico: il bullismo e la responsabilità che ognuno di noi ha nei confronti della violenza; la sensibilità ecologica e la responsabilità di ogni cittadino di mantenere il mondo a misura d’uomo e l’interculturalità.

La giuria di esperti composta da Marilena Boselli, presidente dell’associazione Donne 8 marzo, il maestro Agostino Garda, Antonietta Bergamini, Luisa Paccani, Paolo Brunelli e Filippo Dalè ha premiato: Aurora Fappani della prima I, Giulia Spinoni della seconda G e Andrea Gatteri della terza G. I tre giovani scrittori hanno convinto la giuria per aver espresso al meglio la propria coscienza critica sulle tematiche sottoposte. ” Grazie alle insegnanti e ai progetti sviluppati dall’Age i ragazzi hanno coltivato la sensibilità sulle tematiche sottoposte, in tutti gli scritti abbiamo letto la loro voglia di essere protagonisti del loro presente e del loro futuro; è stata una bellissima sorpresa che fa ben sperare nelle generazioni future” ha dichiarato Antonietta Bergamini.

Leggi anche:  Vandali in azione nei parchi di Borgo San Giacomo

I sindaci del consiglio comunale dei ragazzi

Ieri è stata anche l’occasione per consegnare l’Attestato di Benemerenza Civica ai sindaci del consiglio comunale dei ragazzi che si sono succeduti dal 2008 al 2019. A  Tosoni Federico, Valentina Zambelli, Steven Gentili, Michele Schina e Noemi Pellini l’Amministrazione comunale e i tutor hanno riconosciuto il loro impegno e il loro senso civico che hanno esercitao a favore della comunità con generosità, altruismo e dedizione gratuita.

TORNA ALLA HOME