Aveva bevuto troppo alcool e cominciato a infastidire i clienti di alcuni locali che hanno chiamato le forze dell’ordine. Al loro arrivo ha iniziato di insultare e minacciare anche i Carabinieri di Darfo Boario Terme.

Troppo alcool

Nella notte del 7 marzo scorso i Carabinieri della stazione di Darfo e i colleghi di Artogne hanno tratto in
arresto un 32enne, cittadino italiano incensurato, residente nel bergmasco per resistenza e oltraggio a pubblico Ufficiale.

Nel pomeriggio del 6 marzo dopo aver bevuto troppo aveva iniziato a  infastidire gli avventori di alcuni locali di Darfo e pretendeva altro alcool dai gestori e dai baristi.

Il primo intervento dei Carabinieri

Alle ore 17 nel corso di un intervento su richiesta di un esercente di un bar, i militari della pattuglia della stazione di Darfo erano stati insultati e oltraggiati dall’uomo che era stato poi convinto a uscire e allontanarsi dal locale.

L’uomo non si è dato pervinto

Nonostante il primo intervento dei militari l’uomo a continuato a infastidire gli avventori di un’altro bar minacciando i gensto di distruggere il locale se non gli avessero dato altro alcool.

Leggi anche:  Spaccio a Ferragosto: due arresti in cascina a Pavone Mella

Sono tornati sul posto i carabinieri di Artogne e Darfo. L’uomo ha iniziato a minacciarli, anche di morte, e si è scagliato contro uno dei militari. Bloccato e accompagnato in caserma continuava nel suo atteggiamento aggressivo.

Arresto

L’arresto è stato convalidato durante l’udienza tenutasi nella mattinata del 7 marzo. L’autorità fiudiziaria, oltre a convalidare l’arresto,  ha disposto la remissione in libertà ed il rinvio del processo ad altra data.