Squadre in campo alle 15.00 di domani per Heidelberger RK-Calvisano, valevole come quarto di finale della terza coppa europea, la Continental Shield. Arbitrerà lo scozzese Keith Allen.

L’avvicinamento alla partita

I gialloneri allenati da Massimo Brunello sono arrivati primi nel loro girone, il B, con la strana formula a gironi “incrociati”, affrontando cioè le quattro squadre del gruppo A. Due vittorie, contro Viadana (41-14) e Rovigo (34-0), e due sconfitte di misura in trasferta, a Timisoara (15-13) e proprio ad Heidelberg, città tedesca del Baden-Wurttenberg (23-19). Quattro punti di bonus e una buona differenza reti hanno consegnato il primato a Calvisano, pur avendo vinto meno partite dei tedeschi, secondi nel gruppo A.

Formazione

Il coach ha già annunciato la formazione, priva degli indisponibili Fischetti, Luccardi, Andreotti, Pettinelli, Casolari e Paz. Assenze pesanti, soprattutto quelle del centro argentino e del flanker veneziano già in Under 20. Cinque i giocatori fuori per scelta tecnica, si tratta di Leso, Gavrilita, Venditti, Consoli e Bruno.

15 Chiesa; 14 Susio, 13 De Santis, 12 Lucchin, 11 Balocchi; 10 Novillo, 9 Semenzato; 8 Tuivaiti, 7 Zdrilich, 6 Archetti; 5 Zanetti, 4 Cavalieri; 3 Biancotti, 2 Morelli (c), 1 Rimpelli. A disposizione: Giovanchelli, Cafaro, Zilocchi, D’Onofrio, Martani, Casilio, Mortali, Dal Zilio.

Leggi anche:  Settant'anni di Penne Nere a Calvisano I VIDEO

Le parole del coach

“Heidelberg ha dimostrato tutta la sua qualità e consistenza battendo noi e Petrarca sul suo campo. Quindi approcceremo la partita come un vero test match, sapendo che sarà importantissimo restare aggrappati al risultato, mettendo a referto più punti possibili, sapendo che sarà un vantaggio nella partita di ritorno in casa. Heidelberg ha una tipologia di gioco molto fisica, cercano una penetrazione vicino ai punti di incontro e sono molto disciplinati nel gioco tattico, sbagliano poco e sono bravi ad approfittare degli errori avversari”.

Il regolamento della Continental Shield, a differenza dei playoff del campionato italiano, non calcola i punti in classifica (vittoria, pareggio, sconfitta e bonus) ma solo i punti segnati in campo. Ci sono solo due “quarti” di finale, visto che la prima semifinale è già definita, tra le russe Enisey e Krasny Yar; nell’altro quarto si affrontano i georgiani del Batumi e i rumeni del Timisoara. Sfida di ritorno in programma sabato 20 gennaio al Pata Stadium di Calvisano.