Al termine di una partita thrilling durata addirittura 45′ la Germani Brescia porta a casa i due punti nella sfida di Serie A Postemobile di basket in casa di Avellino.

Continuo crescendo di emozioni

Buon inizio di Brescia con un break impressionante (0-8) firmato Lee Moore. Filloy e Leunen firmano la prima rimonta campana, e i biancoverdi chiudono il primo quarto sul 24-19. Il risveglio di Brescia arriva nel finale del secondo quarto, dopo il massimo vantaggio della Sidigas che si porta anche sul +9; una tripla di Luca Vitali porta le squadre sul 38-41 all’intervallo lungo. Proteste della Germani per una serie di falli discutibili culminati con un tecnico alla panchina dopo 3 minuti, Avellino allunga fino al +16.

Sembra finita, ma a metà quarto sale in cattedra Marcus Landry. Di là a esaltarsi è Jason Rich, ma è una tripla di capitan Moss a cambiare l’inerzia sul 62-56. Grande equilibrio per tutto il quarto quarto, ancora Rich trova il canestro da due che porta le squadre all’overtime. Avellino sembra avere in pugno la partita, ma nel finale sono ancora Landry con un gioco da tre e Michele Vitali con una tripla a trovare il 92-93. L’ultimo minuto è un continuo tiramolla: Avellino segna con Wells, Rich ha i liberi del potenziale +3 ma sbaglia il secondo e a 2 secondi dalla sirena ancora il più giovane dei Vitali trova il buzzer beater che decide la partita. L’ultimo tentativo avellinese ancora con Rich muore allo scadere, finisce 95-96 la partita forse più difficile dell’intero girone di ritorno per Brescia.

Leggi anche:  L'Orzinuovi basket a Verona per tenere vive le chance di salvezza

Tabellino e scout

Avellino-Filloy 9, Rich (mvp) 29, Wells 15, Leunen 15, Fesenko 9; Fitipaldo, D’Ercole 9, Parlato, De Meo ne, Sabatino ne, Scrubb 2, Ndiaye 7

Brescia-L. Vitali 11, Moore 15, Landry 22, Moss 9, Hunt 10; Traini 3, M. Vitali 17, Mastellari ne, Sacchetti 9, Ortner.

Statistiche Avellino: 57% tiro da due, 37% da tre, 70% ai liberi. 10 perse, 6 recuperate, 34 rimbalzi (Fesenko 8, Ndiaye 6), 24 assist (Rich 7, Filloy e Leunen 5).

Statistiche Brescia: 46% tiro da due, 52% da tre, 85% ai liberi. 11 perse, 7 recuperate, 42 rimbalzi (Hunt 7, Ortner, Moss e M. Vitali 5), 25 assist (Moss 7, L. Vitali 6).

Primato riconquistato

In attesa del derby Milano-Varese, la Germani può di nuovo guardare dall’alto tutte le avversarie. Ai successi di Reggio Emilia e Sassari negli anticipi, si aggiungono quelli di Venezia, Virtus Bologna, Brindisi e Cremona per una classifica che recita: Brescia 26, Milano*, Avellino e Venezia 24, Virtus Bologna e Torino 20, Cantù, Cremona e Sassari 18, Trento e Reggio Emilia 14, Brindisi 12, Varese*, Pistoia e Capo d’Orlando 10, Pesaro 8. La Leonessa tornerà al PalaGeorge domenica alle 15.30 per la sfida casalinga con Trento, squadra che rispetto alle ultime stagioni sta conducendo un campionato molto più anonimo.