Primo appuntamento del mese di dicembre per la Savallese Millenium Brescia, in campo questo pomeriggio tra le mura del PalaGeorge per la sfida con la Sigel Marsala, valida per la 12esima giornata del campionato nazionale di A2 femminile.

Terzo match in sette giorni per le Leonesse, scese in campo domenica scorsa contro Trento e mercoledì nel turno infrasettimanale di San Giovanni in Marignano: una vittoria e una sconfitta – sempre al tie break – nei due appuntamenti disputati.

I dieci set complessivi messi a referto con Trento e Marignano sono la maggiore incognita della sfida di oggi, sulla carta abbordabile visti i 7 punti conquistati sin qui da Marsala, penultima della classe davanti alla Volalto Casarta, ma sarà importante capire che ruolo avrà la stanchezza delle bianconere.

Squadre in campo con coach Enrico Mazzola che conferma la fiducia al sestetto base visto nelle precedenti sfide: Prandi incrociata a Decortes, Villani e Dailey ai lati, Veglia e Guidi al centro e Francesca Parlangeli libero.

Dall’altro lato Agostinetto e Ventura sulla diagonale principale, in posto quattro Merteki e Rossini, Furlan e Murri al centro e Marinelli libero. In panchina il tecnico Francesco Campisi.

Savallese con il piede giusto: è 1 a 0! (25-21)

Partenza punto a punto tra le due squadre. Millenium più tecnica, Sigel più grintosa, almeno in queste prime battute del match: punteggio sul 9 a 7. Dailey apre il muro avversario e poi firma l’ace per il 13 a 9. Il turno in battuta di Cat Dailey(in foto) segna il solco: è 15-9 in favore di Millenium. Tentativo di rimonta per Marsala che si porta sul 18-15: poca organizzazione di gioco per le ospiti come testimonia la classifica, ma tanto cuore in questo avvio. Sempre tre punti di distacco tra le squadre: 21-18 e Savallese in cerca di un cambiopalla solido per portarsi sull’1 a 0. Spazio anche a Canton e Norgini nel finale di set con la ex Montecchio in campo in battuta sul 24 a 20. Infine ci pensa Villani a chiudere i giochi: 25 a 21 dopo un lungo scambio con protagoniste proprio i due liberi Savallese: Parlangeli e Norgini.

Secondo ruggito: Millenium fa 2 a 0 (25-17)

Qualche errore di troppo fin qui in casa Millenium, fallosa in rice quando non si tratta di Parlangeli: per lei ci sono da fare gli straordinari oggi. Positivo anche il contributo a muro delle centrali che bilancia delle percentuali offensive non impeccabili fin qui. Gara intanto sul 6 a 4 per le padrone di casa che sognano di chiudere la gara in fretta per evitare l’ennesima maratona di set: in una giornata satura di scontri diretti come questa, i tre punti potrebbero valere moltissimo. Intanto arrivano le prime indicazioni da bordocampo intanto per Marsala, con gli scout avversari al lavoro sulle direzioni di tiro delle bresciane: alla schiacciatrice di banda Rossini viene chiesta più profondità di campo in fase difensiva. Si assottiglia intanto il vantaggio della Savallese, con la gara sul 10 a 9. Unica garanzia dell’attacco Millenium è Francesca Villani che da posto quattro continua a mettere palla a terra con continuità vanificando i tentativi di muro delle siciliane che chiamano il time-out sul 14-11. L’errore in pipe della Ventura porta Brescia sul 19 a 13 con Marsala che vede allontanarsi l’1 a 1 e si gioca in cambi: dentro Mucciola, Bicchieri e Facchinetti. Cambi anche per Brescia: si rivede in campo la finlandese Paulina Viliponen che rileva Decortes. A chiudere il set è un banale errore di Furlan: 25 a 17 e nuovo cambio campo, con le Leonesse che sperano sia l’ultimo della giornata.

Leggi anche:  Weekend calcistico: i risultati della 14a giornata

La riapre Marsala: 2 a 1 al PalaGeorge (23-25)

Iniziato il terzo parziale, ultima spiaggia per Marsala che vuole riaprire il match. La Sigel inizia meglio portandosi sul 2 a 0, ma perde una delle più positive del match: Jasmine Rossini si infortuna e lascia spazio ad Angela Gabbiadini. Match che si protrae sul filo dell’equilibrio con Millenium alla costante ricerca del break giusto per indirizzare questo terzo parziale. Primo break per le bresciane sull’11 a 9, ma Sigel tutt’altro che fuori partita. Controbreak delle siciliane che sfruttano un leggero calo di Prandi e compagne e vanno sul 20-22 nel tentativo di riaprire il match. Prandi trova un muro fondamentale per il 21-23, ma Sigel che resta avanti, mentre entra Norgini al servizio. Risponde subito presente Marsala con Ventura che va in cielo ad attaccare il pallone e fa 21-24: tre set point per la Sigel. A Millenium il cuore non basta, termina 23-25 il terzo set e Marsala che si porta sul 2 a 1.

Prova di forza Savallese: si chiude sul 3 a 1 (25-12)

Fantasmi della gara con Trento per le Leonesse, di nuovo in pieno controllo dopo i primi due set e di nuovo costrette a disputare uno scomodo quarto parziale con sempre più stanchezza ad accumularsi e qualche incertezza di troppo. Galvanizzate invece le avversarie, con menzione d’onore alla Ventura, autentica trascinatrice nel terzo set e brava a riaprire una gara che sembrava ai titoli di coda. Inizio positivo per le bresciane e Campisi costretto al time-out sull’8 a 3 in favore di Millenium, sempre in campo con il medesimo sestetto iniziale. Cat Dailey firma il 14-8 Savallese: sei punti di margine sono un buon bottino, da difendere per chiudere il discorso tre punti. Sul finire di set è 21-10 e titoli di coda stavolta davvero in vista al PalaGeorge con gli ultimi flebili tentativi di rimonta di Marsala, ma Millenium sempre più vicina a quella vittoria che le consentirebbe di chiudere il tour-de-force con sei punti a referto: un grande bottino vista la caratura delle avversarie. Prima un pallonetto dolcissimo, poi un muro a uno micidiale: ci pensa Francesca Villani (Mvp per distacco) a chiudere la pratica Sigel Marsala sul 25-12 e consegnare i tre punti a Millenium Brescia.

Prima Perugia, poi di nuovo in casa

Dopo qualche giorno di meritato riposo, la Savallese Millenium tornerà in campo domenica prossima al PalaEvangelisti di Perugia per il match contro la Bartoccini Gioiellerie, prima di fare ritorno al PalaGeorge il mercoledì successivo, 13 dicembre, per il match interno contro la Golden Tulip Volalto Caserta, ultima della classe.