Terzo posto blindato all’overtime, a prescindere da come andrà l’ultima giornata giovedì. Altra prova di forza della Germani Brescia che supera Torino al Palageorge nel penultimo turno della serie A di basket.

La sfida

Una Torino ormai eliminata dai playoff arriva a Brescia nella prima sfida tra le squadre dei coach Diana e Galbiati dopo la finale di Coppa Italia, che aveva premiato i piemontesi. Formazione diversa dal solito per Diana, con Ortner in quintetto e un ampio utilizzo di Moss e Sacchetti partiti dalla panchina. Brescia si porta anche sul +12 nel primo quarto e allunga fino al 30-13 firmato Moss nel secondo, prima della rimonta di Torino – che non vuole fare solo da spettatrice – e di un nuovo allungo firmato da una tripla del nuovo arrivato Bryce Cotton (44-29).

Il terzo quarto è un monologo torinese, con cinque triple di Andre Jones che chiudono il parziale sul 64-61, nel finale Brescia va anche a +6 fino all’impressionante serie di liberi finale conclusa da un tiro da 2 di Washington per l’83 pari che vale il primo supplementare. Torino va addirittura in vantaggio, prima che Moss e Cotton prendano sulle spalle la Leonessa. Ancora tiri liberi, ma diversamente da altre partite le mani non tremano e Poeta sbaglia la tripla del 98 pari a pochi secondi dalla fine.

Tabellino e statistiche

Brescia-L. Vitali 4, Moore 8, M. Vitali 11, Landry 8, Ortner 12; Traini, Cotton 23, Mastellari ne, Moss 12, Sacchetti 16, Fall 4

Torino-Poeta 17, Jones 24, Washington 15, Mazzola 12, Mbakwe 10; Garrett ne, Touré, Mittica ne, Akoua ne, Boungou Colo 5, Pelle 12

Leggi anche:  La Germani allunga su Varese

Statistiche Brescia-Tiro da due 56%, da tre 30%, tiri liberi 74%; 43 rimbalzi (Ortner 10), 25 assist (Cotton 7, L. Vitali 5), 10 palle perse, 11 recuperate (Moss 4)

Statistiche Torino-Tiro da due 47%, da tre 34%, tiri liberi 71%; 42 rimbalzi (Washington e Mbakwe 10), 24 assist (Poeta 15), 16 palle perse, 6 recuperate

La classifica

Dopo l’aggancio di Milano a Venezia (sconfitta a Pesaro) lo scontro diretto tra le prime in classifica sarà decisivo. Brescia è già certa del terzo posto e attende di conoscere la propria avversaria ai quarti di finale, che sarà una tra Varese, Cantù e Virtus Bologna; i biancorossi sono già certi dei playoff, per le altre due più Cremona e Sassari c’è una lunga lista di possibili combinazioni, aumentate dal fatto che non ci sono scontri diretti. In fondo, Pesaro e Capo d’Orlando lottano per la salvezza; se Pesaro vince è salva, se perde deve sperare che i siciliani (in vantaggio negli scontri diretti) non vincano. La classifica: Venezia e Milano 44, Brescia 40, Avellino 38, Trento 36, Varese 32, Cantù e Virtus Bologna 30, Sassari e Cremona 28, Torino e Reggio Emilia 24, Brindisi e Pistoia 18, Pesaro 16, Capo d’Orlando 14. Brescia affronta mercoledì sera Pistoia in una gara ormai ininfluente per le due squadre, rivali dalla famigerata serie playoff del 2013. (foto dell’ufficio stampa Basket Brescia Leonessa)