La Pontevichese vuole riprendere a correre e insediare il primato del Gambara nel campionato di Terza categoria.

Pontevichese – Gabiano

Dopo due sconfitte consecutive (e un turno di riposo) la Pontevichese vuole riprendere a correre e provare a insediare fino alla fine il primato del Gambara. Quest’ultima ha approfittato delle due sconfitte consecutive e del turno di riposo dei bluavana per operare il sorpasso ma il Pontevico ha dimostrato di avere sette vite e dunque venderà cara la pelle fino alla fine. A cominciare dalla sfida odierna contro il Gabiano, terzultimo, e già battuto all’andata. “Il Gabiano è una discreta squadra che si è rinforzata nel mercato invernale – ha commentato il mister del Pontevico, Roberto Moscarella- Noi però dobbiamo vincere questa partita a tutti i costi per non perdere terreno dalla vetta. Stiamo bene e il turno di riposo è stato importante per recuperare energie. Anche se non tutti i giocatori perché dovrò ancora rinunciare a quattro titolari, ovvero lo squalificato Bindoni oltre a Venturini, Bertolini e Girelli. Soprattutto quest’ultimo è un’assenza pesante ma gli attaccanti che hanno giocato al suo posto, Filippini e Mezzini, contro il Maclodio hanno segnato entrambi. Dunque c’è fiducia completa in tutto il gruppo”.

Pronti a ripartire

Nessun contraccolpo psicologico dopo aver perso la testa della classifica. Anche perché la squadra ha disputato fin qui un’ottima stagione:” Abbiamo avuto una flessione fisica e psicologica ma solo nella partita contro il Flero. Contro il Maclodio invece abbiamo fatto un’ottima partita e abbiamo perso solo per la troppa generosità e voglia di vincere a tutti i costi: non ci siamo accontentati del pareggio e abbiamo subito gol in contropiede. Ma questo dimostra anche che questa squadra ha grande mentalità perché non si accontenta mai e prova sempre a vincere, contro qualsiasi avversario e su ogni campo. Oltre a una grande mentalità la mia squadra ha anche personalità da vendere: in allenamento abbiamo sempre mantenuto la testa alta, non abbiamo perso le motivazioni e siamo molto sereni. Il Gambara sapevamo che era molto forte anche prima del sorpasso in classifica. Ma la lotta è ancora lunga: piàù avanti ci sarà lo scontro diretto e loro devono ancora riposare. Ma sarebbe sbagliato pensare solo a una sfida a distanza con loro. Non ci poniamo limiti ma il nostro obiettivo rimangono i play-off e soprattutto arrivare nel momento topico della stagione in forma. Andiamo dunque avanti convinti del lavoro che stiamo facendo e forti di un gruppo solido che vuole, fin da subito, tornare a dimostrare il proprio valore”.

Leggi anche:  Un weekend fra goal e schiacciate con le contrade di Castegnato