Il primo trofeo stagionale nel basket lo vince Torino, la squadra forse dal destino più incerto all’inizio di questa Final Eight. Il Basket Brescia ha molto da recriminare.

La sconfitta matura alla fine

Brescia resta sempre avanti nei primi tre parziali di una finale molto equilibrata, ma che fino a metà quarto quarto era in mano alla Germani. Diversi errori nel finale e tanta delusione per quel canestro negli ultimi secondi di Vujacic dopo un tiro sbagliato da Luca Vitali e diversi tiri liberi persi per strada; alla fine sono i piemontesi a sorridere. Primo trofeo nella storia di Torino, vinto da quello che fino a un mese e mezzo fa era l’assistente di Luca Banchi, Paolo Galbiati, diventato primo allenatore dopo due cambi repentini. Resta il rimpianto per il primo trofeo mancato da quando Brescia è di nuovo tra i grandi del basket.

Tabellino e statistiche

Torino-Garrett 16, Blue 11, Vujacic 7, Washington 10, Mazzola 6; Poeta 7, Touré ne, Jones, Mittica ne, Boungou 11, Akoua ne, Mbakwe 1

Brescia-L. Vitali 5, M. Vitali 14, Moss 2, Landry 22, Hunt 6; Traini, Mastellari ne, Moore 2, Veronesi ne, Sacchetti 12, Ortner 4, Fall ne

Leggi anche:  Europei di ciclismo per trapiantati: Manenti è sul podio nella cronometro

Statistiche Torino-Tiro da due 35%, da tre 36%, liberi 78%; 9 perse, 7 recuperate, 44 rimbalzi (Mazzola 11, Washington 7), 13 assist (Poeta 4)

Statistiche Brescia-Tiro da due 31%, da tre 36%, liberi 68%; 10 perse, 3 recuperate, 39 rimbalzi (Landry 9, Hunt e L. Vitali 6), 19 assist (L. Vitali 10)

Si riparte dal campionato

Ma ci sarà sicuramente modo di rifarsi per coach Diana e i suoi. Dopo una settimana di pausa per la nazionale, in cui sono stati convocati i fratelli Vitali e Brian Sacchetti, il campionato tornerà in campo nel fine settimana del 3-4 marzo, con la sfida sulla carta abbordabile tra Brescia e Brindisi. La classifica attuale: Avellino, Venezia e Milano 28, Brescia 26, Virtus Bologna e Torino 22, Sassari 20, Trento, Reggio Emilia, Cantù e Cremona 18, Varese 16, Brindisi e Pistoia 12, Capo d’Orlando 10, Pesaro 8. Le prime otto andranno ai playoff scudetto, mentre l’ultima in classifica retrocede in A2. (foto di Fiat Auxilium Torino)