Roberto Maroni ha deciso di non ricandidarsi alla guida della Regione Lombardia per presunti “motivi personali”. Le elezioni, previste per il 4 marzo, non vedranno il suo nome nelle liste elettorali regionali né per il Parlamento.

Perché Roberto Maroni non si candiderà in Lombardia?

Secondo quanto riportato da Repubblica il presidente della Regione Lombardia avrebbe scelto di intraprendere “un altro lavoro, più remunerativo” anche se secondo alcune indiscrezioni si starebbe tenendo libero per poter accettare un eventuale incarico ministeriale in caso di vittoria del centrodestra.

A pesare, secondo alcune fonti, potrebbe essere la centralizzazione di Matteo Salvini, suo avversario interno nella Lega. A tranquillizzare i militanti tuttavia è lo stesso Maroni che ha assicurato scherzando: “Sono un leninista, resto fedele al partito e alla politica”.