Angelo Baiguini, direttore del nostro Giornale, si lancia in una nuova avventura.

Una scelta di vita per Angelo Baiguini

Angelo Baiguini lascia la direzione del Giornale
Angelo Baiguini

Angelo Baiguini ha fatto una scelta di vita, ha lasciato la direzione del Giornale per tentare una nuova avventura in politica. E’ infatti candidato alla Camera dei deputati nel Collegio uninominale di Merate, che comprende anche i comuni dell’Isola Bergamasca, e dovrà vedersela, tra gli altri, con l’ex ministro Maurizio Lupi, tornato alla corte di Silvio Berlusconi dopo l’esperienza di Governo nel Nuovo centrodestra, a fianco del Partito democratico.

E’ la prima esperienza in politica

Corteggiato da molti schieramenti, dove negli anni si è fatto tanti amici, Baiguini ha deciso di accettare l’offerta del candidato premier Luigi Di Maio che in quest’occasione ha deciso di aprire alla società civile, candidando personalità del mondo dello sport, del giornalismo e di altri ambiti nei Collegi uninominali.

Una scommessa da vincere

Come spiega nell’editoriale che pubblichiamo a margine il direttore si è autosospeso dall’incarico per garantire l’imparzialità dell’informazione che ha sempre contraddistinto i nostri settimanali;  il suo nome compare ancora per il momento  sulla gerenza, in attesa che venga individuato il suo sostituto.

Ecco l’ultimo editoriale

Cari lettori ho una notizia da darvi, anzi due. La prima è che ho deciso di lasciare la direzione del Giornale. La seconda che mi occuperò attivamente di politica.
Non vi nascondo che il primo a essere sorpreso da questa scelta sono io.
Ma nella vita ci sono momenti in cui senti che è arrivato il momento di dare una svolta alla tua storia.
Era già accaduto più o meno quarant’anni fa, quando decisi di lasciare un posto sicuro in un ente pubblico per dedicarmi anima e corpo a una nuova avventura, che all’epoca era rappresentata “solo” dal Giornale di Merate. Un piccolo settimanale di provincia che secondo i più non aveva futuro. Per molti una scelta dissennata, o quanto meno temeraria, di cui un giorno mi sarei pentito. Quel giorno però non è mai arrivato.
E Dio solo sa quante soddisfazioni questo mestiere mi ha regalato. Di certo ho ricevuto più di quanto ho dato. Non nascondo che a fatica respingo la nostalgia e la voglia di raccontare quegli indimenticabili anni fino ai giorni nostri. Ma non è questa l’occasione…
Faccio questa scelta perché ho quella stessa voglia che sentii tanti anni fa e che mi spinse a compiere il grande passo. Ho amici in ogni schieramento politico, qualcuno gode anche della mia stima, altri un po’ meno, ma credo sia nell’ordine delle cose. Avrei potuto quindi avvicinarmi a partiti affermati con a disposizione un posto “sicuro”, ma anche questa volta ho compiuto una scelta da… incosciente. Ho deciso di aderire al Movimento 5 Stelle, col quale mi candiderò alla Camera in un Collegio uninominale.
Di comune accordo con l’editore lascio quindi la direzione dei numerosi giornali del gruppo Netweek che ho guidato per anni. Da oggi non ricoprirò più il ruolo di direttore, anche se continuerò a firmare le singole testate, in attesa che venga individuato un successore.
Non è stata una scelta facile, ma non voglio creare imbarazzo ai numerosi colleghi con cui ho lavorato in questi anni e che insieme a me hanno difeso l’indipendenza di ogni singola testata.
In ogni redazione lascio un patrimonio umano di grande di valore. Professionisti seri e capaci ma soprattutto appassionati, che sono stati e saranno i garanti dell’imparzialità di ogni testata, di ogni singolo articolo.
Sono certo che chi verrà dopo di me saprà valorizzare ulteriormente queste risorse. Con la stessa freschezza e lo stesso entusiasmo che provo io per la nuova avventura che mi attende.
Grazie di tutto.

Angelo Baiguini