Entrata in vigore

Il prossimo 25 maggio diventerà applicabile a tutti gli effetti e in tutti gli stati Europei la riforma che disciplina il trattamento dei dati personali. Lo scopo è quello di uniformare le normative in tutti i Paesi Europei. 

Il commento del presidente Massetti

“Sarà pure una faccenda di privacy, ma rispettare il riserbo è impossibile: dal 25 maggio, quando entrerà in vigore la nuova normativa, molti imprenditori, professionisti, commercianti, artigiani, si ritroveranno a rischio multe tutto d’un tratto. Quasi nessuna impresa è infatti preparata e in queste ultime settimane si è verificato un proliferare di esperti e pseudo tali che fanno allarmismo alle imprese al solo fine di vendere salate consulenze e corsi” commenta il presidente di Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale. Per il presidente questo metodo non riduce gli adempimenti burocratici, anzi li incrementa, mettendo ancora una volta gli imprenditori davanti ad un carico di costi ed energie eccessivo. La burocrazia, secondo Massetti, rallenta già in modo preponderante l’attività delle imprese italiane, questo significherebbe mettere ulteriormente in difficolta i piccoli e medi imprenditori con un carico di costi e un dispendio di tempo che distrae dall’operatività quotidiana. Una serie di novità che interessano le imprese e che è bene conoscere per evitare di commettere errori e incorrere in sanzioni.

La normativa e Confartigianato

La normativa stabilisce diverse regole. Per questo Confartigianato  ha deciso di organizzare un seminario formativo martedì 15 maggio 2018 nella sede di via Orzinuovi a Brescia. Verranno illustrate alle aziende gli impatti che la legge avrà sulle imprese, spiegandone il coinvolgimento e come adeguarsi. Confartigianato è a disposizione per assistere i propri associati e fornire loro aiuto, mettendo a disposizione i propri uffici dove esperti saranno presenti per chiarimenti e per il disbrigo del materiale burocratico richiesto dal Regolamento Ue 2016/679.