Giornata della memoria: gli studenti di Castrezzato sono scesi in piazza per ricordare gli orrori della Shoah.

Gli studenti di Castrezzato ricordano la Shoah

Centinaia di maschere bianche, fredde, anonime, quasi disumane. Centinaia di volti inespressivi che stamattina, in occasione delle celebrazione per la Giornata della Memoria, gli studenti del Compresivo castrezzatese hanno scelto di indossare per rappresentare ciò che è stata la Shoah: disintegrazione e annientamento della persona, alienazione di tutti quelli che sono stati accusati di essere “diversi”. Ma anche un simbolo di quella indifferenza che troppe volte scegliamo indossare, invece che lottare per ciò che è giusto.

Alla presenza dell’Amministrazione, delle Forze dell’ordine, del Gruppo Alpini (che si generosamente offerto di fornire tutte le maschere) e di tutta la comunità, la voce gli studenti degli studenti ha quindi riempito piazza dell’Amicizia con parole immortali, scolpite nell’animo e monito di un passato da non ripetere.

L’articolo completo sul ChiariWeek in edicola da venerdì 2 febbraio.