Studiare ghiacciai a Liverpool: l’esperienza di Luca Maffezzoni. Il giovane calcinatese vola all’estero per occuparsi di climatologia.

Opportunità europea per un appassionato di “scienza”

Non sempre i cervelli italiani hanno la possibilità di mettere in gioco le proprie competenze nel paese di nascita.
Luca Maffezzoni, d’origine calcinatese, vola verso la John Moores University per partecipare al bando di ricerca. Il giovane non è al primo successo, aveva già collaborato con l’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia di Milano.
Amante dell’ambiente e della natura Luca ha coltivato la sua passione sin da bambino riuscendo a trasformarla in studio, dottorati di ricerca e successo professionale.

Incontri che cambiano la vita

Fra i diversi incontri che gli hanno cambiato la vita rientra Mario Giuliacci, che gli ha offerto anche una piccola collaborazione. Con la vittoria del bando all’inizio del 2017, tutto l’anno si era snodato attorno alle attività dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Un’esperienza memorabile ma limitata nel tempo, il bando aveva infatti la durata di un anno.

Leggi anche:  Nuovo libro per Gianmarco Dosselli

I ghiacciai groenlandesi

Luca non si è fermato e da Milano ha preso il volo verso Liverpool, portando con sé il suo talento. “Mi occupo di ghiacciai groenlandesi – spiega Luca – di tutta quella scienza che riguarda la climatologia sui ghiacciai e il loro ritiro a causa del cambiamento climatico e del surriscaldamento globale.” Conclude spiegando che le difficoltà riscontrare per ora sono solo a livello di comprensione linguistica “ma mi ritengo più che soddisfatto, potersi occupare di ciò che si ama è impagabile”.

di Marika Marenghi