Incontro sul cyberbullismo a Lonato.

L’evento

Mercoledì 7 febbraio alle ore 20.30 al Teatro Italia, in via Antiche mura 2, si terrà un incontro sui pericoli della rete e sul cyberbullismo. L’evento, dal titolo “I minori e la rete”, è organizzato dal Comune di Lonato in collaborazione con l’istituto comprensivo Ugo Da Como e la Parrocchia. Protagonista della serata sarà Cesare Marini dell’Istituto di istruzione superiore “Sraffa” di Brescia e consulente della Procura di Brescia. L’evento è promosso dall’Assessorato alla Cultura guidato dal vicesindaco Nicola Bianchi, il quale afferma: «L’incontro con l’esperto informatico e consulente della Procura di Brescia Cesare Marini ci aiuterà a capire meglio quali sono i rischi che corrono i nostri bambini e ragazzi in rete. L’invito è aperto a tutti: giovani e meno giovani, genitori, insegnanti, educatori… e chiunque abbia a che fare con internet, nella vita e per lavoro. La serata è a ingresso libero».

Le tematiche

L’esperto terrà un incontro sull’uso dei social, sui rischi della rete e la prevenzione del cyberbullismo, ovvero il fenomeno del bullismo elettronico a cui sono esposti bambini e ragazzi che ogni giorno navigano in internet. Bambini e ragazzi, ma anche i meno giovani, sono le categorie più a rischio: le declinazioni del cyberbullismo sono molte e molto differenti le une dalle altre. Si parlerà, ad esempio, del flaming, cioè dei messaggi violenti e volgari all’interno di forum o tra i commenti dei social network, messaggi di insulto, inganno o esclusione. L’anonimato è la causa principale dei pericoli in rete: nascosti dietro un’altra identità o nell’anonimato, i cosiddetti “bulli” si spingono oltre i limiti. Ecco perché è importante essere consapevoli dei rischi e sapere le strategie da attuare affinché tutti i ragazzi possano riconoscere le insidie della rete, evitarle, segnalarle e combatterle.

Leggi anche:  Due emergenze a Lonato

Le statistiche

I numeri sono alti: le statistiche parlano chiaro. Infatti, secondo i dati raccolti sul campo, in seguito a incontri tenuti con milioni di studenti in tutta Italia, “circa due ragazzi su tre dichiarano di aver avuto esperienza diretta o indiretta di fenomeni di cyberbullismo”.

Secondo il nuovo studio Microsoft Digital Civility Index, che analizza le attitudini e le percezioni sia degli adolescenti (13-17), sia degli adulti (18-74) in internet, in quattordici Paesi, il 65% degli intervistati è stato vittima di almeno uno dei principali pericoli individuati.