Saranno due giorni di grande festa quelli di domani e domenica a Flero per il patrono della Conversione di San Paolo.

Due giorni di festa

E’ tutto pronto per le grandi celebrazioni che si terranno in onore del patrono di Flero, la Conversione di San Paolo.
Sono molti gli appuntamenti organizzati dalla Pro Loco e dall’Amministrazione comunale. S’inizierà domani, sabato, con un appuntamento imperdibile per gli amanti della lirica. Infatti alle 21, al teatro Le Muse, verrà messa in scena «La cavalleria rusticana» di Pietro Mascagni. A esibirsi sarà il coro lirico bresciano «Giuseppe Verdi» e la corale Santa Cecilia di Flero. Al pianoforte vi sarà il Maestro Emanuele Troga, mentre a dirigere ci sarà il Maestro Edmondo Savio.

I festeggiamenti di domenica

Domenica le vie del paese saranno animate sin dalla prima mattina. Infatti in piazza IV Novembre, dalle 8.30, fino alle 14 vi saranno le bancarelle alimentari, con dolci, formaggi, miele, casoncelli e vini del Monte Netto, e le associazioni del territorio . Il programma pensato dalla Pro Loco è un vero e proprio ritorno al passato per far vivere le tradizioni tipiche del santo patrono del paese. Infatti alle 10, proprio come veniva fatto nei tempi andati, le donne contadine entreranno con un carro in piazza e offriranno le primizie di verdure ai presenti. Alle 10.15 le associazioni di Flero presenteranno i loro labari che saranno poi benedetti da don Alfredo. Alle 10.30 sarà la volta del discorso del primo cittadino Pietro Alberti.

Leggi anche:  Pavone del Mella ha festeggiato il patrono

Dopo circa un’ora in cui tutti i presenti potranno osservare e degustare le bontà alimentari del territorio presenti sulle bancarelle e le importanti attività delle associazioni locali, alle 11.50 vi sarà il consueto aperitivo, offerto dalla parrocchia della Conversione di San Paolo. Alla 12.15 sarà possibile degustare il vino del Monte Netto alla presenza della presidente Grazia Marinelli.

Per far vivere la tradizione inoltre i ristoranti Il Bersagliere, il Portichetto, l’Anphora, la trattoria La Vigna, la gastronomia La Posteria, il bar Mingo Café, il panificio il Forno e quello di Gafforini Osvaldo, prepareranno delle degustazioni di casoncelli fatti a mano: il casoncello infatti era il tipico piatto che veniva preparato a Flero per il santo patrono. Ovviamente questo grande evento spalmato su due giorni non sarebbe stato possibile senza il grande impegno dei volontari della Pro Loco. Questi si sono adoperati per far sì che la manifestazione possa riuscire al meglio, con la presenza e il supporto costante della parrocchia e con il sostegno del Comune.