Giuseppe Chiarini aveva visto dei malviventi assalire un bancomat di Calcinatello. Il rumore dello scoppio e il trascinamento della cassetta di sicurezza lungo parte di via S. Maria aveva destato il sonno di molti residenti quella notte, tra di loro Giuseppe Chiarini. L’uomo si era quindi affacciato al balcone. In strada il furgone acceso dei malviventi,  intenti a sganciarsi dal tubo del gas nel quale il mezzo era rimasto impiagliato. Dal balcone della sua casa ha esploso alcuni colpi per spaventarli, ferendo uno dei ladri. Condannato a due anni e otto mesi per tentato omicidio.

Spara e ferisce un ladro, condannato il bresciano

Il fatto era avvenuto nella notte tra il 29 e il 30 gennaio. Il bresciano Giuseppe Chiarini ha patteggiato un pena che è comunque più alta rispetto alla banda di rumeni e moldavi. La questione ha suscitato indignazione anche nelle autorità politiche.

La banda di ladri

Il gruppo era conosciuto nella zona perchè aveva già commesso altri furti in filiali di banche della provincia.