Rapina a Montichiari: Arrestati i due uomini che il 17 novembre avevano colpito la filiale della Banca Popolare di Sondrio di via Mantova.

Arrestati rapinatori

Oggi i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia hanno arrestato un catanese pregiudicato di 42 anni. Assieme a lui anche un marocchino 29enne. Entrambi gli arresti sono stati effettuati su ordine di carcerazione emesso dal G.I.P. del Tribunale di Brescia e su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Due le rapine accertate

I due soggetti, rintracciati a Verona dai militari operanti, devono difendersi dall’accusa di rapina aggravata, sequestro di persona, ricettazione e porto ingiustificato di arma bianca. Le indagini sono state avviate a seguito di due rapine commesse a volto scoperto e con la minaccia di arma bianca. La prima il 23 maggio ai danni della Banca Popolare di Sondrio di Brescia, per un bottino complessivo di 74mila euro. In quest’occasione erano presenti otto persone tra impiegati e clienti: queste furono furono sequestrate e chiuse all’interno di uno sgabuzzino senza possibilità di comunicare con l’esterno per mezzo’ora. Il secondo, più recente, il 17 novembre a Montichiari, per un bottino complessivo di 16.215, euro.

Leggi anche:  Nel giorno dell'Immacolata arriva Babbo Natale

In entrambi i casi i rapinatori si sono distinti per la violenza utilizzata nei confronti dei direttori di filiale. Infatti questi sono stati minacciati rispettivamente con un coltello a serramanico e un taglierino alla gola. Per portarsi e allontanarsi dalle banche i malfattori, inoltre, adoperavano autovetture provento da un furto.

L’arresto

Gli arrestati sono stati portati agli istituti penitenziari di Brescia e Verona in attesa di giudizio. Sono in corso accertamenti per verificare se gli stessi siano responsabili di ulteriori rapine avvenute in altre province.