Raffica di controlli dei Carabinieri della Compagnia di Brescia hanno effettuato mirati controlli alla circolazione stradale, alle aree sensibili e parchi cittadini. Sette le pattuglie impiegate in rinforzo a quelle già in servizio di primo intervento; sottoposti a controllo 62 veicoli e 109 persone.

Violazione dello statuto dei lavoratori

Personale del NIL ha controllato  un “Centro Benessere” gestito da cittadini cinesi ed un “Market” gestito da una cittadina ucraina: entrambi venivano deferiti in stato di libertà per la violazione dello statuto dei lavoratori  per mancanza di autorizzazione all’installazione di telecamere

Multe per mancanza d’igiene

I Nas di Brescia hanno controllato due esercizi commerciali gestiti da cittadini extracomunitari, uno dei quali sanzionato per mille euro per violazioni alla normativa igienica e di settore; all’altro gestore è stato intimato di sanare lievi mancanze pena una multa di 2mila euro.

Rientro in Italia senza permesso

Un cittadino albanese di trent’anni, è stato sorpreso dopo aver fatto rientro in Italia a seguito di espulsione con accompagnamento alla frontiera del 22 febbraio scorso. E’ stato arrestato.

Leggi anche:  Green Hill, confermate le condanne agli animalisti

Guida alcolica

Un bresciano di 72 anni è stato sorpreso alla guida di un’autovettura in stato di ebbrezza alcolica con conseguente deferimento in stato di libertà all’Autorità giudiziaria di Brescia e sospensione della patente di guida.

Hashish e marijuana

Due cittadini extracomunitari, un nigeriano di trent’anni e un pakistano di venticinque, controllati presso il parco “Gallo” sono stati trovati in possesso rispettivamente di grammi 9 di hashish e 32 di marijuana: entrambi sono stati deferiti in stato di libertà all’autorità giudiziaria competente.

Nello stesso parco, è stato controllato un cittadino di nazionalità ucraina trovato in possesso di due grammi di sostanza stupefacente tipo hashish. Scattata la segnalazione alla locale Prefettura quale assuntore.