Mani ustionate, stava lavorando sul tetto della Ghial di Castegnato. A finire in ospedale è stato un marocchino di 44 anni di San Donato Milanese.

Mani ustionate, stava lavorando sul tetto della Ghial

Era sul tetto della Ghial e stava lavorando con il cannello e il catrame per sigillare il tetto. Ma ad un certo punto è andato a fuoco del polistirolo e si è ustionato entrambe le mani.

A finire in ospedale al Civile è stato un marocchino di San Donato Milanese di 44 anni che lavorava per una ditta esterna e stava facendo manutenzione alla Ghial di Castegnato.

Sul posto a soccorrerlo i volontari della Croce Azzurra di Travagliato. Con loro anche i Vigili del fuoco di Brescia, i carabinieri di Ospitaletto e i tecnici di Ats per tutti gli accertamenti.

L’operaio ha riportato ustioni di secondo grado.