Ieri pomeriggio un uomo si aggirava per le strade di Montirone con una spranga e un martello. Il suo atteggiamento non era certo ragionevole visto che ha lanciato anche dei sassi contro i Carabinieri.

Spranga e martello per strada, cosa è successo?

I Carabinieri della Stazione di San Zeno Naviglio hanno deferito in stato di libertà un uomo di 33 anni, senza una casa e di origini nigeriane. E’ irregolare sul territorio nazionale.

Ieri pomeriggio, in particolare, il nigeriano, in stato di alterazione psico-fisica, verosimilmente da assunzione di alcol, con spranga e martello si aggirava per le vie del paese. I passanti, preoccupati, hanno allertato i Carabinieri che hanno cercato di calmarlo ma si sono visti piovere dei sassi lanciati dall’uomo.

Situazione delicata e complessa

Ad intervenire per fermare l’uomo che si era nel frattempo nascosto in una cava di materiale inerte, sono stati anche i Carabinieri di Castenedolo e il Nucleo operativo radiomobile di Brescia. Dopo numerosi tentativi e un inseguimento sono riusciti a bloccarlo.

Leggi anche:  Abuso edilizio in chiesa a Rudiano

Data la sua evidente alterazione l’uomo è stato sottoposto è attualmente ricoverato in un Reparto di psichiatria e sono state avviate le procedure finalizzate all’espulsione dall’Italia.

Maggiori dettagli sul ManerbioWeek del 18 maggio.