Cena di pesce con fuga. Accade sul lago di Garda, il cameriere li insegue.

Nel centro storico del paese

Hanno consumato una cena a base di pesce, accompagnata da un buon vino e poi hanno optato per la fuga senza passare dalla cassa. È accaduto in un ristorante del centro storico di Peschiera del Garda.

Quattro ragazzi di cui un minorenne

Quattro giovani, tre maggiorenni ed un minorenne, due provenienti dall’est Europa e due Italiani, di Mantova e Modena, e qualcuno con precedenti, si sono resi protagonisti di una scena quasi da film, peccato solo che il tenore non era quello di una goliardata.

Tentano la fuga

Dopo la cena, confidando nella distrazione del personale di sala, i quattro hanno tentato di allontanarsi, ma questo loro comportamento non è sfuggito al cameriere che ha richiato i giovani.

Lanciano una bottiglia

I giovani, non curanti della presenza di altri avventori e col solo scopo di assicurarsi fuga e impunità, hanno lanciato una bottiglia di vetro verso il cameriere che per fortuna è riuscito a schivare il colpo e si è posto immediatamente all’inseguimento. Nel contempo sono stati allertati i carabinieri di Peschiera che in pochissimo sono giunti sul posto e hanno rintracciato il cameriere che ha mostrato loro dove si erano nascosti i fuggitivi.

Leggi anche:  Caso Medtronic: continua il presidio a Torbole e Roncadelle

Portati in caserma

In pochissimo tempo sono stati trovati e presi all’interno di una proprietà privata. L’atteggiamento indisponente e irriguardoso dei fermati non è cambiato neanche quando sono stati condotti in Caserma. Per il ristoratore, invitato negli uffici della Stazione CC per rendere denuncia, oltre al danno la beffa. Non solo non hanno pagato il conto, ma uno di questi ha minacciato lo stesso titolare del ristorante. Per tali fatti, sono stati tutti deferiti a piede libero per insolvenza fraudolenta, violazione di domicilio e minacce.