Arrestata 33enne per lesione a pubblico ufficiale: la donna avrebbe problemi di natura psichiatrica.

Arrestata 33enne

La scorsa notte, i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Peschiera hanno arrestato una donna italiana 33enne. Il motivo? Violenza, lesione e oltraggio a pubblico ufficiale, oltre che per danneggiamento di materiali militari.

La chiamata

L’equipaggio del Radiomobile è statao chiamato dal personale di servizio del Parc Hotel Paradiso di Peschiera, dove soggiornava anche la squadra dell’Hellas Verona. Gli impiegati infatti avevano notato una donna che si aggirava nelle sue vicinanze senza apparente motivo. Ai militari giunti sul posto per verificare, non solo la donna non ha fornito alcuna giustificazione, ma da subito e senza alcuna ragione ha iniziato ad inveire nei loro riguardi. Prima li ha insultati pesantemente,poi è passata ad una vera e propria aggressione fisica, con calci pugni e anche qualche morso alle mani dei militari. Alla fine i carabinieri hanno avuto la meglio su quella furia. Solo dopo averla assicurata hanno constatato che all’interno della borsa della donna c’era pistola giocattolo ad aria compressa.

Leggi anche:  Malore fatale per una donna in bicicletta

L’arresto

Anche durante il suo trasporto in Caserma, S. A. ha continuato con violenti calci e ha danneggiato il veicolo di servizio. La ragazzaè stata sedata dal personale medico del 118 fatto intervenuto e trasportata al nosocomio di Bussolengo, dove è stata ricoverata in psichiatria. Solo ieri mattina si è appreso che la donna soffriva di importanti disturbi mentali, per i quali era stata anche in cura in strutture specializzate di Rimini. La giovane sarà trasportata proprio qui. Ieri mattina si è comunque tenuta l’udienza di convalida nelle aule del Tribunale di Verona, dove l’arresto è stato convalidato e disposta nuova udienza nel 2018.