Vittorio Sgarbi ha scelto un Coffani di Montichiari.

Tra 300 opere l’artista locale non si aspettava che notasse proprio la sua, ma poco dopo, è arrivata la telefonata del critico.

L’articolo completo in edicola con MontichiariWeek.