Visit Lake Iseo E’ nata la nuova associazione. Lunedì il Consiglio comunale ha votato lo statuto. Ora i 16 paesi rivieraschi del Sebino sono uniti in un unico ente di promozione turistica.

Visit Lake Iseo E’ nata la nuova associazione

E’ nata Visit Lake Iseo, l’associazione di promozione del Sebino. L’accordo con i 16 sindaci del lago è stato sottoscritto a settembre e lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato lo statuto del neonato sodalizio.

“E’ un’associazione di promozione tra il g16 e le due Provincie e permetterà ad alcuni Comuni limitrofi al lago e ai privati di farne parte fino a un massimo del 40 per cento dei componenti – ha spiegato il sindaco, Riccardo Venchiarutti – Il peso che ogni Comune riveste tiene conto del numero di abitanti, del numero di esercizi e strutture ricettive presenti sul suo territorio e del numero di presenze registrate. In questo caso Iseo fa la parte del leone”.

Promozione del turismo sostenibile

Scopo primario di Visit Lake Iseo è la promozione del turismo attraverso l’uso delle tecnologie sostenibili.
“Non abbiamo ancora i dati precisi, ma da un primo confronto risulta che la stagione 2017 è stata molto positiva – ha continuato – C’è un confronto quotidiano fra colleghi e tutti condividiamo i propositi di incentivare un turismo sostenibile, sviluppare la ricettività attraverso strutture non convenzionali come bed and breakfast e case vacanze, partecipare a progetti europei per la valorizzazione storico-culturale dei nostri territori sostenendo una mobilità dolce e nuove prospettive di turismo alternativo sul lago”.

Leggi anche:  Giro d'Italia, Iseo si prepara alla tappa LE FOTO

Spetterà però al Consiglio di amministrazione dare le indicazioni sulla progettualità futura. Con Visit Lake Iseo il Sebino diventa un soggetto unico. I 16 paesi rivieraschi puntano così a una promozione unitaria di tutto il bacino dell’Iseo.

“L’obiettivo è la promozione unitaria di tutto il lago – ha concluso il sindaco in sala consiliare – Per fare ciò verranno utilizzati in massa gli strumenti digitali e legati alla rete”.
A Iseo sono già attivi l’Agt e l’ufficio di promozione turistica: saranno queste realtà a rimettersi in gioco per mettere in pratica nuove soluzioni per il continuo rilancio del Sebino.