L’associazione e cooperativa sociale Mani Tese di Rivoltella esiste dal 1984, possiamo dirci davvero soddisfatti del lavoro e dei progetti portati a termine in questi anni». Daniela Gozzetti è la referente del gruppo, la cui sede si è recentemente spostata in via Volta, zona industriale Pigna a Desenzano. «Raccogliamo materiale usato che si possa rivendere, come ferro, carta, vetro, oggettistica e libri: con il ricavato finanziamo progetti di auto-sviluppo in Africa, Asia e America Latina. Auto-sviluppo significa dare gli strumenti necessari, alle comunità rurali dei paesi in via di sviluppo, affinché diventino economicamente autonome. Il nostro gruppo, che è legato in particolar modo all’Africa, attualmente sta lavorando in Burkina Faso: obiettivo del progetto è insegnare a coltivare e commercializzare la manioca a gruppi di donne che vivono in zone particolarmente povere del paese. In passato, in Guinea Bissau e in Benin, abbiamo aiutato i giovani agricoltori a capire il modo migliore per raccogliere l’acqua, per poterne usufruire tutto l’anno. Dopo un investimento di denaro iniziale, vogliamo aiutare le comunità a camminare con le proprie gambe.
In ogni continente è presente un referente locale, che segnala in sede i progetti che più necessitano di appoggio: dall’Italia monitoriamo tutto l’iter del progetto. Alcuni di noi sono andati in loco a controllare lo sviluppo dei nostri progetti:il 95% è attivo e sopratutto produttivo. I volontari di Desenzano sono all’incirca una cinquantina: gli uomini generalmente fanno la raccolta di casa in casa del materiale e poi c’è il lavoro in bottega. L’età media è al di sopra dei quarant’anni, per questo stiamo cercando ragazzi giovani che si occupino sopratutto della comunicazione e della promozione degli eventi, anche attraverso i social. Un tempo, quando eravamo più numerosi, ci occupavamo anche della sensibilizzazione nelle scuole, attualmente invece il gruppo di Desenzano è più un gruppo di lavoro che di studio. La nostra bottega, il “Deposito dell’usato, dell’antiquariato e del libro” è aperto il mercoledì e il venerdì mattina, il sabato al pomeriggio e tutte le seconde domeniche del mese, ma per dicembre abbiamo in previsione due aperture straordinarie: sabato 16 e venerdì 22. Da quattro anni il 6 gennaio alle 15.30 facciamo una rassegna di cori natalizi nella chiesa di San Michele: cinque cori, ognuno con un modo diverso di far musica, si uniscono un pomeriggio per un fine benefico. Nel trasloco di quest’anno da San Martino a Desenzano siamo stati aiutati dagli scout e dal gruppo alpini: collaboriamo con la corale di San Biagio e il gruppo dell’oratorio di San Michele di Rivoltella».

Leggi anche:  Cercasi cittadini meritevoli per il riconoscimento

 

Da GardaWeek del 24 novembre