Sirmione, sigilli al percorso naturalistico “Lugana Marina”.

Il sequestro

Un’importante novità nella vicenda iniziata a fine novembre. Nella giornata di ieri, martedì 30 gennaio, i Carabinieri Forestali della stazione di Salò hanno posto sotto sequestro penale il percorso naturalistico Lugana Marina di Punta Grò.

La vicenda risale ad un paio di mesi fa quando in seguito alla colata di cemento per realizzare il camminamento un cittadino si era rivolto alla forestale chiedendo una verifica dei materiali utilizzati. I militari, dopo un sopralluogo sul cantiere, si erano presentati in comune chiedendo tutta la documentazione del progetto. «Quando abbiamo fatto la conferenza di servizi era presente la Soprintendenza archeologica e ambientale e quest’ultima si è soffermata sui materiali da utilizzare per la passeggiata» aveva spiegato all’epoca l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Ferrari.

Ieri l’importante novità che ha attirato l’attenzione di numerosi cittadini. A breve verranno resi noti aggiornamenti in merito.