Ottomarzo allievi della scuola di polizia e studenti cantano insieme.

Lo spettacolo

“L’amore che non è” rappresentato dagli allievi del 199° corso di Polizia della scuola di Peschiera del Garda. Hanno debuttato giovedì mattina per l’8 marzo, in Aula Magna alla mattina. La platea? Non solo adulti e forze dell’ordine. Erano presenti alcune classi dell’Istituto “Luigi Carnacina” di Bardolino e della scuola media “Felice Chiarle” di Peschiera del Garda.

Inaugurata anche una panchina rossa

“Venni contattato dal Comune di Torri del Benaco per una serata di presentazione del libro – ha raccontato il direttore della scuola di polizia Gianpaolo Trevisi -. Io non chiedo soldi, ma ho chiesto loro, nel caso volessero farmi un regalo, una panchina rossa”. Proprio giovedì, dopo lo spettacolo, è stata inaugurata da tre ragazze della scuola media arilicense. Hanno letto i nomi di donne che hanno fatto la differenza e raccolte nel libro “Storie della buona notte per bambine ribelli” di Elena Favilli e Francesca Cavallo, poi hanno svelato la panchina e posato una rosa rossa.

Uniti insieme in una canzone

Un’ allieva agente ha suonato la tastiera, altri hanno intonato con i microfoni, i ragazzi davanti a quella panchina hanno cantato “Quello che le donne non dicono” di Fiorella Mannoia.

Leggi anche:  Quando l'agonismo velistico incontra la diversa abilità: il progetto di La Fraglia Vela di Desenzano

La replica

Lo spettacolo verrà riproposto domenica sera alle 18.30 al centro parrocchiale del circolo Noi di Cavalcaselle, in via Fiera.