L’amatissima conduttrice delle Iene, Nadia Toffa, ieri sera è tornata nello studio e, come scrive Il giornale di Como, ha raccontato quello che nessuno si aspettava.

Dopo il suo malore per lei erano arrivate ondate d’affetto e soliderietà da tutta Italia e soprattutto da Brescia, dove è nata e cresciuta, anche professionalmente.

Nadia Toffa: “Ho avuto il cancro”

La Iena con gli occhi lucidi ha spiegato: “In questi due mesi ho avuto il cancro. Mi sono operata, i dottori sono riusciti ad asportarmi tutta la massa per intero. Mi è però stato consigliato di fare delle sedute di chemio e radioterapia in prevenzione. Una delle cose più difficili è stato il momento in cui ho perso i capelli. Ora non mi vergono a dire che ho una parrucca”.

“Ora sto bene”

Proprio dopo il malore a Trieste i medici hanno deciso di fare dei controlli più appofontiti. Lì la scoperta del cancro. La malattia però è stata nascosta fino ad oggi per il grande pubblico. “Lo sapevano vermente poche persone. Avevo bisogno di curarmi con la massima tranquillità. Al pubblico voglio dire di trattarmi come sempre, non chiedetemi come sto ma parlatemi delle solite cose: i miei servizi che vi piacciano o meno”.

Nadia Toffa una giornalista bresciana a Mediaset

Nadia è nata il 10 giugno del 1979 a Brescia. Ha frequentato il Liceo Classico Arnaldo e si è laureata in lettere all’università di Firenze. Prima di iniziare il suo percorso nella trasmissione televisiva di Mediaset aveva lavorato per quattro anni per Retebrescia.

Carissimi tutti, mi sento il cuore esplodere per l’amore e l’affetto che mi avete dimostrato, mi sento avvolta in un abbraccio caldo mai provato prima. Sono stata letteralmente inondata dalla vostra energia positiva che contraccambio con ogni singolo respiro di questi giorni. Stasera a Le Iene cercherò di raccontarvi cosa mi è successo nelle ultime assurde 2 settimane della mia vita. Voglio provare a ringraziare tutti quelli che si sono davvero preoccupati per me, scusarmi con chi si è tanto spaventato, e perché no, voglio strizzare l’occhio a chi mi ha allungato la vita dandomi per spacciata. Ma ho la capa tosta, in tutti i sensi, e ora pure la guancia verde per la botta che ho preso. Sinceramente e profondamente commossa, vi aspetto stasera per abbracciarvi tutti, ma proprio tutti tutti tutti, uno per uno. La vostra Nadia✌🏻

A post shared by nadia toffa (@nadiatoffa) on

“Grazie Gabriella”

“In questi mesi – ha continuato la Toffa – mi è stato d’aiuto pensare a Gabriella, una bambina che ho conosciuto per lavoro. Aveva il cancro e ha perso i capelli. Mi sono detta: se è riuscita a farcela uno scricciolo come lei, devo farcela anche io. La voglio ringarziare perché mi ha dato molta forza”.