Martiri delle Foibe: Palazzolo ricorda le vittime italiane. Presenti alla cerimonia associazioni d’Arma e di volontariato e numerosi studenti.

Martiri delle Foibe Palazzolo ricorda le vittime italiane

Prima si sono ritrovati in piazza a San Pancrazio. Esattamente davanti alla chiesa della frazione per la Messa celebrata dal parroco don Fabio Marini. Protagonisti tanti studenti di Palazzolo e le associazioni d’Arma della città. Ma anche tanti altri sodalizi e le autorità civili e militari. Questa mattina l’intera comunità di Palazzolo ha reso omaggio ai Martiri delle Foibe. Presenti anche i consiglieri di minoranza della Lega Nord e dei Mos che hanno depositato al monumento un mazzo di fiori.

La Corona al Monumento

Prima della deposizione della Corona d’alloro al Monumento dedicato ai martiri delle Foibe istriane e giuliano-dalmate, il capogruppo delle Penne Nere di San Pancrazio, Roberto Bonadei, ha sottolineato l’importanza del Giorno del Ricordo. Poi è stato il turno del sindaco Gabriele Zanni che non solo ha ricordato “quei fatti tragici figli del nazionalismo esasperato e delle ideologie totalitarie. Non solo gli omicidi, ma anche centinaia di migliaia di istriani costretti a lasciare la loro casa”. In una parola profughi. In questo senso il sindaco ha invitato i presenti, soprattutto i giovani, a riflettere sul tema (sempre più attuale) dell’immigrazione e dell’accoglienza.