Mancano poche ore e finalmente il Giro d’Italia solcherà le strade del bresciano e le strade sono in fermento.

L’arrivo a Iseo

La tappa si è conclusa sotto il nubifragio a Iseo.

Franciacorta caldissima

“Un caldissimo tifo, non c’è rotonda in cui non ci sia il pubblico ad applaudire” . Sono le parole dei commentatori della Rai. Gente per strada, lungo i marciapiedi e ai bordi dei vigneti.

Iseo nel frattempo aspetta l’arrivo del giro con grandissimo entusiasmo.

Il tifo

A fianco delle strade un tifo caldo e costante e, per ora, rispettoso della gara.

Tanta allegria e goliardia.

 

L’arrivo del Trofeo

Boato di applausi per l’arrivo del Trofeo senza fine in cui ogni anno si aggiungono i nomi dei vincitori della Maglia rosa.

Poco dopo mezzogiorno hanno iniziato ad arrivare anche i primi atleti per firmare il foglio presenza.

Il percorso

“Si parte in salita con due lunghe gallerie che portano a Molina di Ledro e Bezzecca per scendere verso il Bresciano dove si supera il GPM di Lodrino, Segue una discesa impegnativa dopo Polaveno che porta alla zona del Franciacorta. Vengono attraversati alcuni piccoli centri abitati con molte curve secche e alcuni passaggi a livello fino a un primo passaggio sulla linea del traguardo di Iseo per affrontare il circuito finale di 23.9 km. Ultimi km: circuito molto impegnativo su strade mediamente di carreggiata ristretta con fondo buono e molto spesso all’interno di piccoli borghi. A 6 km dall’arrivo ultimo passaggio a livello. Ultimi 5 km abbastanza impegnativi con diverse rotatorie fino all’ultima di ampio raggio a circa 500 m dall’arrivo. Rettilineo di arrivo di 300 m in asfalto largo 7 m”.

Leggi anche:  Aspettando l'estate asili in festa a Rovato

Giro d’Italia – Il villaggio a Riva del Garda

La partenza è fissata alle 12 da Riva del Garda, in provincia di Trento per arrivare nel pomeriggio a Iseo.

Il Villaggio ha aperto alle dieci e fin da subito è apparso molto movimentato e allegro