Sono in arrivo 103 milioni di euro da fondi regionali per la sanità lombarda per finanziare interventi di ammodernamento delle apparecchiature tecnologiche, incremento dei livelli di sicurezza e comfort delle strutture, e miglioramento dell’offerta sanitaria sul territorio

Finanziamenti a Brescia

Per l’Ats Brescia sono stati messi a disposizione 8 milioni e 595 mila euro cosi’ suddivisi: Asst Brescia 5 milioni e 555 mila euro, Asst Franciacorta 969 mila euro e per l’Asst del Garda 2 milioni e 71 mila euro

Più tecnologia in corsia

“Con uno stanziamento di 103 milioni di euro di risorse proprie del fondo straordinario per l’edilizia sanitaria Regione Lombardia prosegue anche nell’undicesima legislatura il potenziamento delle sue strutture sanitarie nell’ottica della completa attuazione della riforma socio-sanitaria per migliorare la qualita’ di vita dei cittadini lombardi” ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

Sceglieranno le Asst come spenderli

Saranno le singole Asst a individuare i progetti concreti da finanziare. “Oggi andiamo a definire gli ambiti programmatori entro i quali indirizzare gli interventi delle Asst e Fondazioni IRCCS pubbliche ed individuare l’importo massimo indicativo relativo ai progetti per migliorare l’attività di programmazione degli enti sanitari, che per concentrare le risorse ed evitare una polverizzazione, abbiamo suggerito siano al massimo due. Tra le novita’ importanti – ha proseguito – il ruolo attribuito alle Ats nella fase di programmazione del riordino delle strutture e la valutazione ex post degli interventi dichiarati dalle Asst: piu’ precisamente chiediamo che controllino l’effettiva capacita’ degli investimenti di raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Per Areu, l’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza che si occupa del servizio di 118, sono stati messi a disposizione 498mila euro

Le altre erogazioni regionali

 

Leggi anche:  Cliniche private e farmaci sotto la lente: blitz della Finanza in Regione

ATS CITTA’ METROPOLITANA – Per l’Ats Citta’ di Milano sono stati messi a disposizione 26.471.000 euro cosi’ suddivisi: Ircss Istituto Nazionale Dei Tumori 803.000; Irccs Istituto Neurologico C. Besta 474.000; Ircss Ospedale Policlinico Di  Milano 2.210.000; Asst FatebeneFratelli Sacco 3.583.000; Asst Niguarda 2.877.000; Asst Nord Milano 1.300.000; Asst Ss. Paolo e Carlo 3.326.000; Asst Pini/Cto 1.432.000; Asst Ovest Milanese 3.546.000; Asst Rhodense 2.636.000; Asst Melegnano Martesana 2.186.000; Asst Lodi 2.098.000.

ATS INSUBRIA – Per l’Ats Insubria sono stati messi a disposizione 11.140.000 euro cosi’ suddivisi: Asst Sette Laghi
3.720.000; ASST Valle Olona 5.186.000; Asst Lariana 2.234.000.

ATS BRESCIA – Per l’Ats Brescia sono stati messi a disposizione 8.595.000 euro cosi’ suddivisi: Asst Brescia 5.555.000; Asst Franciacorta 969.000; Asst del Garda 2.071.000.

ATS VALPADANA – Per l’Ats Valpadana sono stati messi a disposizione 6.117.000 euro cosi’ suddivisi: Asst Cremona
2.392.000; Asst Crema 1.199.000; Asst Mantova 2.526.000.

ATS BERGAMO – Per l’Ats Bergamo sono stati messi a disposizone 6.136.000 euro cosi’ suddivisi: Asst Papa Giovanni XXIII 2.831.000; Asst Bergamo Ovest 1.512.000; Asst Bergamo Est 1.793.000.

ATS BRIANZA – Per l’Ats Brianza sono stati messi a disposizione 7.487.000 euro cosi’ suddivisi: Asst Vimercate 2.050.000; Asst Monza 2.970.000; Asst Lecco 2.467.000.

ATS PAVIA – Per l’Ats Pavia sono stati messi a disposizione 4.895.000 euro cosi’ suddivisi: Asst Pavia 2.818.000; Ircss Fondazione Policlinico San Matteo 2.077.000.

ATS MONTAGNA – Per l’Ats Montagna sono stati messi a disposizione 3.661 euro cosi’ suddivisi: Asst Valtellina e Alto Lario 2.762.000; Asst Valcamonica 899.000.