Una pioggia di applausi ieri sera al Teatro Grande di Brescia per il concerto del pianista Filippo Gorini, nel calendario degli eventi del Festival Pianistico.

La serata

Il giovane talento dei tasti ha saputo raccontare con maestria i capolavori di Čajkovskij, di Brahms e di Beethoven. La serata, iniziata pochi minuti dopo le 21, con il sostegno di UBI Banca, ha visto in scaletta i “Diciotto Pezzi op.72”, “Chant Elégiaque”, “Méditation” dal catalogo del compositore russo, le “Sette Fantasie” di Brahms e la Sonata op.106 di Beethoven.

Il pianista

Filippo Gorini entra nel gotha del piano nel 2015 vincendo il premio del pubblico al concorso “Telekom-Beethoven” di Bonn, in Germania, che lo ha nuovamente consacrato nel 2016 con il premio del Festival “Young Euro Classic” di Berlino. Tra le altre menzioni ricordiamo anche il primo premio al Concorso “Neuhaus” del Conservatorio di Mosca (2013).