Calvisanese malmenato fuori dalla discoteca, il pretesto è stato una sigaretta non data.

Preso a pugni fino a perdere i sensi, all’esterno del Vinile 45

L’aggressione si è consumata alle prime luci di domenica, all’esterno del noto locale situato in via del Serpente a Brescia. Il ventenne calvisanese Michael Galuppini si trovava in compagnia della fidanzata per una serata di festa, quando è stato avvicinato da una gang di stranieri che gli hanno chiesto una sigaretta. Il ragazzo ha declinato la proposta ed è stato minacciato verbalmente. Le minacce però si sono rinnovate al momento dell’uscita dal locale, dove alcuni dei poco raccomandabili giovani hanno pestato Michael. Fortunatamente la sua ragazza non è stata vittima di alcuna aggressione fisica, mentre il fidanzato era immobile, per terra e privo di sensi.

Provvidenziale l’intervento di due sconosciuti

A questo punto due sconosciuti sono intervenuti e, accorgendosi celermente del concreto pericolo di soffocamento, hanno prontamente liberato le vie respiratorie al giovane, salvandogli la vita. Successivamente hanno chiamato i soccorsi, che hanno ricoverato d’urgenza la vittima, diagnosticandogli due emorragie da trauma cranico. In questi giorni è intervenuto anche il padre di Michael, affidandosi ad un post su facebook, nel quale ringrazia con tutto il cuore i due “angeli” che hanno salvato suo figlio e condanna violentemente gli aggressori, sperando che vengano identificati e poi puniti severamente. La procura è già in moto per scovare i colpevoli, anche grazie alla deposizione fornita dalla ragazza.